E’ giunta l’ora di evitare qualche errore

Anche quest’anno, per la rubrica “cose da fare prima di chiudere l’hotel”, qualche piccolo ripasso per evitare di cadere in errore (visto anche la stanchezza accumulata da una stagione così “impegnativa”).

Ecco i 3 errori del 2021 da evitare quando chiudi l’hotel:

Errore numero 1
Considerare il tuo hotel “stagionale” e non un’impresa attiva 12 mesi all’anno

Ormai lo ripetiamo quasi come un mantra: chiudere i battenti a settembre dicendo “ci rivediamo a Pasqua” non è più soltanto una frase vintage appartenente ad un’epoca ormai lontana, ma è a tutti gli effetti una scelta che può seriamente compromettere (uso il condizionale perché non voglio spaventarti) l’andamento della stagione successiva e della stessa vita dell’hotel.

Ecco perché, la fine della stagione, oggi, rappresenta esclusivamente e soltanto il momento in cui termina la fase in cui il tuo cliente “consuma” il prodotto che ha acquistato.

Errore numero 2
Andare in ferie = chiudere baracca e burattini per tutto il periodo di ferie

Questo errore è strettamente collegato al primo.
Andare in ferie è legittimo, necessario ed indispensabile per ricaricarsi dopo una stagione. Soprattutto se vissuta ai ritmi di quest’anno e con gli “imprevisti” che questo 2021 ci ha portato in dono (ad esempio la gestione del personale!)

Questo però non può e non deve significare chiudere l’intera struttura e appendere, metaforicamente, il cartello “chiusi per ferie”.

Perché?
Ad esempio, perché la relazione con i tuoi ospiti è un lavoro che non va mai in ferie oppure perché i tuoi potenziali ospiti sono pronti a comprare (o ricomprare) il tuo prodotto in qualsiasi momento e non trovandolo disponibile potrebbero spingersi verso i tuoi competitors.

Basta quindi organizzarsi e gestire il periodo in cui sarai in ferie.

Errore numero 3
Infine il terzo errore.
Farsi influenzare dall’andamento della stagione appena conclusa.

Entusiasmarsi per un risultato molto positivo o al contrario buttarsi giù per un’annata sottotono, sono due facce della stessa medaglia che, in ogni caso, possono condizionare negativamente la preparazione della prossima stagione.

Ecco dunque che, un’analisi oggettiva di quello che è stato può aiutarci a comprendere al meglio le dinamiche che hanno determinato l’entusiasmo o lo scoramento di questo 2021.

Prepararsi al 2022 (sembra cosa lontanissima oggi questo 2022…) significa cercare di capire cosa ha funzionato e cosa si può migliorare, ma soprattutto, se quello che ha funzionato può essere replicato in qualche modo anche in futuro o se è “un colpo di fortuna” o più semplicemente qualcosa che non si può replicare.

Chiudo, ripetendolo anche quest’anno, dicendo che evitare di compiere questi errori, sarà il primo e decisivo passo per impostare al meglio la prossima stagione.

Se cerchi altri consigli, li trovi qua

PPS: stai già seguendo in3pida su Facebook. Se non l’hai ancora fatto, clicca qui(se hai un iphone) o qui (se hai un qualsiasi altro telefono).

 

E se ne vuoi parlare, scrivimi a mario@in3pida.it ❤️

CONDIVIDI IL POST

CONDIVIDI IL POST

Share on facebook
Share on linkedin
Share on print
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

in3pida da oggi diventa
EXTRA!

Un contributo sempre a tua disposizione. Insieme costruiamo un percorso di crescita che parte dalle strategie di vendita online, passa dalle attività di promozione e arriva ai risultati. 

Accesi a contenuti esclusivi!

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NEWS IN3PIDE?

Accedi a newsletter, articoli, podcast, eventi e tutti i contenuti esclusivi del team in3pida. Qui trovi contenuti di valore, consigli e suggerimenti per migliorare ogni giorno la tuà attività.

Voglio essere in3pido anche io. Mandami in anteprima tutte le notizie!

1 Step 1
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder

Viale Sardegna, 2-4 | 47838 Riccione (Rn)
info@in3pida.it   | P.Iva 04418820405

Ospitalent

Torna l'evento degli albergatori in3pidi 10 novembre a Riccione.

Sei pronto a dare inizio alla tua stagione migliore di sempre?